Roberto Molinelli - Roberto Molinelli

Roberto Molinelli

Roberto Molinelli

biografia

Nato ad Ancona nel 1963, Roberto Molinelli ha studiato viola presso il Conservatorio "Gioacchino Rossini" di Pesaro, diplomandosi con il massimo dei voti e la lode. Vincitore di vari concorsi nazionali e internazionali, ha suonato in duo con pianoforte, in formazioni cameristiche e come solista, apparendo al Teatro Comunale di Bologna, al Teatro alla Scala e alla Sala Verdi di Milano nonché al Parco della Musica di Roma. Docente di viola presso il Conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara, è direttore artistico dell’Orchestra da camera di Bologna; collabora inoltre con l’Orchestra Sinfonica G. Rossini.

In veste di compositore e direttore d’orchestra ha collaborato con Nicola Alaimo, Anna Caterina Antonacci, Andrea Bocelli, Sara Brightman, Anna Maria Chiuri, Lucio Dalla, Enrico Dindo, Valeria Esposito, Cecilia Gasdia, Andrea Griminelli, Gustav Kuhn, Federico Mondelci, Enrico Montesano, Domenico Nordio, Danilo Rossi, Erwin Schrott e Giorgio Zagnoni. Suoi lavori sono stati eseguiti tra l’altro dall’Istituzione Sinfonica Abruzzese, ad Ankara, in Armenia, dalla Kremerata Baltica di Gidon Kremer, dall’Orchestra Sinfonica di Bari, al Teatro Comunale di Bologna, dall’Orchestra Haydn di Bolzano e Trento, a Città del Messico, dall’Orchestra Regionale del Lazio, a Lubiana, dall‘Orchestra Filarmonica della Scala di Milano, dall’Orchestra da camera di Mosca, alla Carnegie Hall di New York, dalla Norwalk Symphony Orchestra, dall’Orchestra di Padova e del Veneto, nei Paesi Bassi, a San Pietroburgo e al Festival di San Remo (2005 e 2009); ha lavorato anche per il cinema e la televisione. Dopo essere stata interpretata da Valeria Moriconi, in occasione delle celebrazioni del centenario di Maria Montessori (2007), la sua opera Montessoriana è stata da lui diretta negli Stati Uniti d’America, in Svezia e nella Sala Sinopoli di Roma.

Nella stagione 2013/14 la sua opera lirica Olympia.2000 è stata rappresentata al Teatro Comunale ”Luciano Pavarotti” di Modena. Nell’estate 2015 è andato in scena Lo cunto di Tristano al Festival di Ravello; nel novembre 2015 Paolo Carlini ha eseguito un nuovo Concerto per fagotto e orchestra di Molinelli con I Virtuosi Italiani a Verona, e a dicembre Marco Rogliano ha presentato un suo nuovo lavoro tratto da Paganini.