Jaume Santonja

MacMillan, Čajkovskij

Mercoledì 25.10.2023 alle 20.30

Durata: 74 min.

Auditorium

Via Santa Croce 67 - Trento

Calendario eventi

Programma

  • James MacMillan:

    Veni, Veni, Emmanuel

  • Pëtr Il'ič Čajkovskij:

    Sinfonia n. 1 in sol minore, op. 13, Sogni d'inverno

Descrizione

“Concerto – quasi un oratorio” potrebbe essere il modo migliore per descrivere Veni, Veni, Emmanuel di James MacMillan. Iniziato la prima domenica dell’Avvento nel 1991 e terminato (non casualmente) la domenica di Pasqua del 1992, il concerto ha una struttura rapsodica in otto sezioni e si apre su un Introitus: Avventus per terminare su una Coda: Easter (Pasqua). In mezzo, MacMillan elabora il materiale di un canto avventizio (Veni, Veni, Emmanuel, per l’appunto) che verrà citato esplicitamente in forma di corale subito prima della coda. L’efficacia della struttura e la brillante scrittura per il percussionista solista (da MacMillan trattato alla pari di un’orchestra) hanno fatto di Veni, Veni, Emmanuel uno dei concerti per percussioni più amati e il concerto più eseguito di tutti gli anni ’90. Già nel 2003 il concerto aveva superato le 300 esecuzioni, un numero ancora oggi in rapido aumento.
Segue in programma la Sinfonia n. 1 in Sol minore di Čajkovskij, detta “Sogni d’inverno”. Il soprannome arriva dal primo movimento, “Sogni di un viaggio d’inverno”, che rivela un intento programmatico poi confermato dal secondo tempo “Terra di desolazione, terra di nebbie”, ma smentito da terzo e quarto movimento, uno Scherzo e un Finale senza nome. Questa incongruenza tradisce anche la difficilissima genesi di questa Sinfonia, che fu il primo capolavoro di Čajkovskij ma che gli costò notti insonni e crisi di nervi, alimentate dai dubbi instillati dai suoi due maestri Zaremba e Anton Rubinštejn, molto critici del lavoro, e solo parzialmente compensate dalla fiducia che il fratello di Anton, Nikolaj, riponeva in quest’opera. Alla fine ebbe ragione Nikolaj Rubinštejn: la Prima Sinfonia venne data in prima assoluta nel 1868 con grande successo e Čajkovskij rimase per tutta la vita legato alla sua “Sogni d’inverno”, che riteneva, sì, una sinfonia in parte immatura, ma per sostanza migliore di molti altri lavori più tardi.

Cast

Info biglietti

25€/15€/5€/15€

Potete acquistare i biglietti online o alla biglietteria dell’Auditorium di Trento. +39 0461 213834 / puntoinfo@centrosantachiara.it .